Quartiere Isola VS Porta Nuova
Gallery foto
Avete una giornata o almeno una mezza giornata tutta per voi? Avete voglia di passeggiare un po’ in un quartiere della vostra città così particolare da farvi dimenticare di essere a Milano?

Vi consigliamo di arrivarci in metropolitana, con la nuova linea del metrò “lilla” – collegata a tutte le altre linee – scendendo alla fermata Isola… ecco siete all’interno del quartiere Isola. Vedrete che tra poco il rumore della città rimarrà un ricordo lontano… fateci caso… è una zona molto tranquilla!

Ma come mai questa zona si chiama così? Non esiste il mare, nè un lago nè un fiume che possa aver creato un’isola… In realtà il nome del quartiere Isola fa riferimento alla condizione in cui si trovò questa zona più di 100 anni fa, ovvero quando rimase separata, e quindi isolata, dal resto della città per il passaggio della ferrovia. Questa situazione di isolamento trasformò l’area quasi in un paese a sé stante fortemente caratterizzato dalla presenza di famiglie di operai che lavoravano nelle fabbriche vicine. E anche se oggi le cose sono cambiate, l’Isola ha delle storie solo sue da raccontare.

Ad ogni modo… siete ancora in via Volturno fuori dalla metropolitana? Cosa aspettate… prendete subito Via Confalonieri verso Via Borsieri e iniziate a godervi la passeggiata e vedrete che non vorrete più andarvene! All’incrocio girate a destra in Via Borsieri e proseguite lungo la strada… dovreste iniziare a sentire l’atmosfera del piccolo paese… guardatevi intorno, le botteghe, i negozi, i bar… state camminando lungo la spina dorsale del quartiere Isola, la vecchia direttrice che da Milano portava verso Como… se capitate qui di sabato mattina sarete già all’interno del mercato rionale, pieno di colori e di profumi.

Prima di giungere in piazza Minniti, se dovesse essere ora della merenda, vi consigliamo di gustare un ottimo gelato artigianale alle Botteghe di Leonardo, al n.11, proprio sulla vostra sinistra.

Arrivate in piazza Minniti e guardate quanto sono belle e colorate le case sulla destra di via Garigliano… proprio sotto quella gialla che fa angolo, si trova la Pizzeria la Coccinella che, nella bella stagione, vi dà anche la possibilità di mangiare seduti fuori in questa deliziosa piazzetta. Da piazza Minniti, via Borsieri si riempie di alberi e si allontana sempre di più la Milano caotica e frenetica al di fuori da questa “isola” di pace e, dopo il semaforo, sempre sulla sinistra, non mancate di bere qualcosa al Nord Est Caffè dove, chi è con voi, potrà anche dare uno sguardo ai quotidiani mentre beve un buon caffè!

Superato piazzale Segrino, continuate dritto, la strada cambia nome, ma la direzione è sempre la stessa… siete in via Thaon de Revel… se siete curiosi di vedere come si vestivano da piccoli i vostri genitori potete, al n.4 sulla vostra destra, dare un’occhiata ad un simpatico negozietto dai prezzi ottimi, Live in Vintage. Di fronte, se siete appassionati di moto, avete uno dei negozi più famosi di accessori e abbigliamento, le Officine Mermaid Store che hanno, un po’ più avanti dal lato opposto, anche l’officina vera e propria dove sistemano le moto… vi può capitare di vedere parcheggiate fuori delle splendide Harley, dei veri pezzi unici! Vi consigliamo, se non avete ancora pranzato, di provare, dopo lo store di Mermaid, Delicatissimo fine food dove la qualità dei prodotti utilizzati fa da padrona!

Più avanti, sul lato di sinistra c’è un “aggiusta bici”, Igor Bike (in caso siate venuti in bicicletta e vi sia improvvisamente caduta la catena!), subito dopo un negozietto di prodotti biologici, MioBio e, a seguire, sempre per un pranzetto all’insegna della qualità in un ambiente delizioso e accogliente, l’Osteria al 9… anche qui, fermarsi a mangiare è veramente una piacevole esperienza! Di fronte non mancate di farvi un giretto in quel negozietto per bambini così colorato e accattivante, Girotondo.

All’incrocio alla vostra sinistra non potrete non notare la bellissima Chiesa Alla Fontana, il cui nome si collega ad un’antica leggenda. Prima di prendere a sinistra via Boltraffio e aggirare la bellissima chiesa, vi segnaliamo un altro posto dove fermarvi per un’ottima pizza e non solo; è sempre pienissimo, sia a pranzo che a cena, ma ne vale la pena. E’ la Pizzeria alla Fontana, al n.28 di via Thaon de Revel e, sull’altro lato, poco più avanti, al 21, vi invitiamo a visitare le Fonderie Napoleoniche, dove, tanto tempo fa venivano fatte le fusioni in bronzo per statue, cavalli e cavalieri dislocati al centro delle piazze di Milano!

In via Boltraffio, sul lato della chiesa, uno stendardo rosso indica il Teatro Sala Fontana dove, durante il fine settimana, vanno in scena spettacoli per ragazzini più o meno grandi… meglio prenotare però! Di fronte al teatro, prendete via Ceverchio e ritornate verso quei grattacieli dai quali siete partiti. In via Alserio, al n°9, vi segnaliamo un bellissimo risto-family, un ristorante ideale per famiglie con bambini…è Pollicino! Superate via Alserio e vi trovate in via Pollaiuolo. Proseguite in via Ugo Bassi fino a piazza Fidia dove, con una inversione quasi a U, vi troverete nel tratto più caratteristico di via Porro Lambertenghi ritornando verso via Pollaiuolo.

Al 12 di via P. Lambertenghi c’è Miele, un bellissimo, ordinatissimo e pulitissimo spazio dove lasciare i vostri fratellini più piccoli con la mamma o il papà se si fossero stufati di camminare per il quartiere… si divertiranno un mondo e, se si sono portati dietro il costume, possono anche fare un tuffo in piscina!
E se nel frattempo è arrivata l’ora della merenda o la camminata vi ha messo sete e avete voglia di qualcosa di speciale, di fresco e di ristoratore, potete provare le centrifughe, i frullati o le spremute di Miele, mentre se avete voglia di qualcosa di più sostanzioso, di fronte, c’è una gastronomia campana eccellente, Antichi Sapori.

Piu avanti, sulla destra, in corrispondenza del civico 20, mentre la mamma può dare uno sguardo al negozietto di pasta fresca la Pastaia, non perdetevi Book, questa particolare libreria di immagine e figura per grandi e piccoli, che ha libri nuovi ed usati, ma soprattutto introvabili! E sul fondo della libreria c’è una porta… al di là organizzano di sabato dei laboratori per ragazzi… chissà se siete stati fortunati e ne inizia uno proprio mentre voi siete qui!

Arrivati all’incrocio, riprendete, sempre verso gli alti palazzi, via Pollaiuolo… sulla destra, subito dopo uno splendido palazzo antico che sembra un castello, c’è un muro di cinta tutto diroccato… ma non fatevi ingannare dall’aspetto ed entrate a curiosare… questo è il Frida di Milano, un locale che piace molto ai ragazzi un po’ più grandini di voi che vengono qui a prendersi una bibita in tarda serata… ma non vi preoccupate, potete entrare anche voi con i vostri genitori a fare un brunch rigorosamente e solamente di domenica però, il sabato no! E comunque, anche se non avete fame, a sinistra del cortile c’è un negozietto molto particolare e divertente di abbigliamento vintage, artigianale, naturale, biologico e chi più ne ha più ne metta, si chiama Particelle Complementari, un negozio molto curioso…che certamente piacerà alla vostra mamma!

Alla fine di Via Pollaiuolo, eccovi in piazza Archinto, una piacevole piazzetta ombreggiata da grandi alberi… qui, se la stagione lo permette, potrete sedervi fuori dal bar-trattoria la Cantinetta godendovi il meritato riposo…

Ora potete finire il vostro tour, per il quartiere più particolare di Milano, avvicinandovi sempre di più ai grandi palazzi che sembrano brillare di luce propria. Vi consigliamo di procedere lungo via Pollaiuolo e, all’incrocio con via Pastrengo dare un’occhiata, se è aperto il portone del n.12, ad un cortile molto caratteristico dove potrete vedere e curiosare tre laboratori artigianali, la bottega di Lorenzo Lippi, artigiano liutaio che produce mandolini, la bottega di Elena del Cortivo, di fronte, che produce artigianalmente le rosette di pergamena e la bottega di Simona Colombini che ridà nuova vita alle cose di legno, di ferro, ai tessuti e alle pietre.

Prima che passiate oltre e che vi troviate calamitati da quei meravigliosi alti palazzi, manoxmano vi segnala le Corti Abbadesse, in via degli Assereto, una bottega a chilometro zero dove potrete mangiare qualcosa o perfino fare la spesa e qui accanto invece vi consigliamo di andare a dare un’occhiata ad un giardino molto piccolo ma molto particolare: Isola Pepe Verde, un “giardino condiviso” realizzato, piantumato e gestito dagli stessi abitanti del quartiere. Un grande esempio di social street nato a Milano nella primavera 2013 che porta avanti una filosofia assolutamente etica e sostenibile!

Ora, fino a che i lavori non saranno terminati, per raggiungere il nuovissimo quartiere ancora in costruzione, dovrete camminare lungo la rampa pedonale che parte appunto da Via Castillia. Se fate questa passeggiata verso l’ora del tramonto e la giornata lo permette, non potrete evitare di scattare mille fotografie a questi giganti di vetro e acciaio che si elevano a ridosso del “paese” che avete appena lasciato…
Riguardo a queste nuove costruzioni è stato detto tanto sia di bello che di brutto, ma non è necessario che voi lo sappiate…per ora godetevi solo il grande contrasto tra una zona dove sembra che il tempo si sia fermato e l’imponenza, forse un po’ prepotente, di questo nuovo quartiere dove, si inizia già a sentire il calore di chi lo abita, di chi ci lavora e di chi lo frequenta!

Quel palazzo altissimo, il più alto d’Italia, che sembra un foglio srotolato è il palazzo dell’Unicredit, per l’esattezza Unicredit Tower, una banca molto importante che ha voluto costruire qui i propri uffici… in questo suo srotolamento, crea una piazza, piazza Gae Aulenti, (era un famosissimo architetto donna con degli occhiali giganteschi!) dove si affacciano varie attività commerciali, alcune già in funzione, altre ancora in assestamento…

Con certezza sappiamo che potete gustare un buon gelato da Grom, curiosare da Muji se amate lo stile essenziale giapponese, fare la spesa all’Esselunga e fare un giro dentro il gigantesco Nike Store o approfittare della libreria/ristorante RED Feltrinelli

Quello che sappiamo è che il vecchio quartiere e il nuovo saranno collegati da degli splendidi giardini con altrettanto splendidi alberi, da piazze, vialetti e ponticelli, affinché sia possibile camminare senza dover mai attraversare… In attesa del grande giardino di Porta Nuova, avrete ora da ammirare un altrettanto grande campo di grano che, seminato tempo addietro, verrà mantenuto e fatto crescere fino alla stagione della mietitura (estate 2015)! E poi? Certamente faranno il giardino! Potete ormai vedere quasi completati alcuni degli interventi di maggior attrazione: il Bosco Verticale, verso il quartiere Isola, la Torre Solaria con i suoi 143 metri di altezza e la Torre Solea poco più bassa, verso il centro di Milano, il palazzo della Regione, la Casa della Memoria, le torri della stazione Garibaldi, l’Incubatore per l’Arte dove si riuniranno tutti gli artigiani della zona…

Per saperne di più: La più bella Milano dall’alto: grattacieli, terrazze e collinette

Forse sono solo le prime ore del pomeriggio, o forse sarà ormai ora di cena e sarete anche un po’ stanchi… e la vostra visita può considerarsi conclusa… Siamo sicuri che tornerete a farvi un giro da queste parti un po’ per respirare ancora l’atmosfera tranquilla dell’ Isola e un po’ per la curiosità di vedere come proseguono i lavori di quest’ultimo grande quartiere in costruzione, momentaneamente, il più grande d’Europa… e quindi, conservate le foto e, la prossima volta che passerete di qui, non potrete non accorgervi di cosa è cambiato!

GIROGIROTONDO percorsi_girogirotondo
Scopri gli altri percorsi
della categoria “Girogirotondo”!

NEWSLETTER

Vuoi stare al passo con tutte le news e le curiosità sulla città di Milano?
Iscriviti alla newsletter per non perderne neanche una!


TUTTI I PERCORSI tutti_percorsi
Scopri tutti i percorsi a Milano suggeriti da manoxmano!