Il Colosseo Verde di Milano: rinascita di un Anfiteatro | manoxmano
Il Colosseo Verde di Milano: rinascita di un Anfiteatro
colosseo verde anfiteatro

colosseo verde anfiteatro

Anche l’archeologia può essere green: lo dimostra il progetto che, già da qualche anno, prevede la realizzazione di un nuovo parco urbano che valorizzerà l’antico Anfiteatro di Mediolanum

Che a Mediolanum ci fosse un Anfiteatro, lo sappiamo bene: sono però in pochi a sapere che fosse anche il terzo anfiteatro più grande dell’Impero Romano, dopo quelli di Roma e di Capua. Lungo 155 e largo 125 metri, oggi possiamo ammirarne ben pochi resti, custoditi all’interno del Parco Archeologico e dell’Antiquarium Alda Levi. Per diversi motivi, non è rimasto molto dell’antico splendore dell’edificio: con l’avvento del Cristianesimo l’Anfiteatro cadde praticamente in disuso e, successivamente venne privato delle sue pietre per costruire la Basilica di San Lorenzo. Fu poi definitivamente distrutto dagli attacchi dei barbari, probabilmente dagli Ostrogoti, nel 539, dopo 300-400 anni di “vita”.

rovine anfiteatro

È facile dimenticarsi di quelle rovine, così difficilmente accessibili e con orari molto severi, specialmente nel weekend. Tuttavia, l’Anfiteatro è destinato a risorgere grazie ad un progetto di archeologia green che è partito giusto da pochi mesi: il Viridarium Amphitheatrum Naturae, un’idea del sovrintendente Antonella Ranaldi che darà nuova vita al Colosseo di Milano. In parole povere, il progetto consiste nel ridisegnare il perimetro dell’Anfiteatro con alberi e piante, fino a creare non solo la forma originaria dell’edificio ma anche un nuovo parco urbano.

«Si tratta di un progetto di “archeologia green” ispirato al tema della simbiosi fra vegetazione e ruderi presente nella storia fin da XV secolo e molto amato nella letteratura romantica. L’intero parco archeologico diventerà un amphitheatrum naturae e riprende una filosofia che introduce la flora nei siti archeologici come nell’idea di Giacomo Boni dei primi del Novecento nel Foro romano, nelle passeggiate archeologiche o nel tempio romano di Venere e Roma» sono state le parole di Ranaldi, nel raccontare il progetto.

anfiteatro verde

L’area interessata dai lavori, già cominciati, è quella tra Via De Amicis, Via Conca del Naviglio e Via Arena. Il primo passo sarà quello di ripulire la vegetazione infestante e demolire i prefabbricati che, fino a poco tempo fa, appartenevano al Vivaio Riva. Successivamente il Parco Archeologico sarà connesso al Parco delle Basiliche e, inoltre, cominceranno nuovi scavi per mappare correttamente la struttura dell’Anfiteatro.

Insomma, presto avremo una nuova oasi verde di ben 100.000 metri quadri, più un nuovo Anfiteatro verde che darà ancora più fascino e valore ad una città come Milano: le nostre passeggiate per la Milano romana saranno ancora più suggestive!

Autore: Vanessa Maran

Web Content Editor – Graphic DesignerVedi profilo >

Se il nostro articolo ti ha incuriosito o hai bisogno di altre informazioni, lasciaci un commento qui.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.