manoxmano intervista i Milano Storytelling Awards: Milano, vista da un tram
milano vista da un tram

milano vista da un tram

Nel nostro blog di lunedì scorso vi abbiamo raccontato la nostra esperienza ai Milano Storytelling Awards, una serata memorabile per noi di manoxmano, e non solo perché abbiamo vinto il premio come miglior blog su Milano.  Durante questa serata abbiamo infatti avuto l’occasione di conoscere tante nuove persone e realtà che hanno a cuore la città ma che, fino al giorno prima, per noi erano voci che “esistevano” solo su internet.

Per quanto senza il web manoxmano non sarebbe qui, questo evento ci ha ricordato quanto presentarsi, parlare e guardarsi in faccia sia sempre una risorsa inestimabile, soprattutto per chi, come noi, si occupa di comunicazione.

Al posto di limitarci a mettere il nostro premio in libreria (è lì, ed è bellissimo!) e continuare con le nostre attività come abbiamo sempre fatto, abbiamo deciso di fare tesoro di questa rete che abbiamo costruito, presentandola anche a voi: perché dietro ogni progetto, ogni associazione e ogni fotografia dedicata a Milano c’è sempre una persona o un gruppo di persone che hanno lavorato tantissimo per creare qualcosa di bello per la nostra città.

Da qui l’idea di farvi conoscere queste nuove realtà nel nostro blog del lunedì, grazie a delle piccole interviste ai loro fondatori o rappresentanti. L’idea è quella di capire meglio la Milano che hanno scelto di raccontare  e trarne qualche spunto nuovo e interessante.

milano vista da un tram

18 linee per CONOSCERLA

18 linee per AMARLA

18 linee DAL CENTRO ALLA PERIFERIA

18 linee di TRAM… QUESTA È MILANO

Iniziamo subito con Milano, vista da un tram, la mostra fotografica gratuita che esamina scorci di umanità milanese da una postazione d’eccezione: il tram. L’esposizione, nata da un’idea e dalle foto della bravissima Marianna Quartuccio, ai Milano Storytelling Awards ha ricevuto ben due riconoscimenti: quello di miglior profilo Instagram su Milano e quello di miglior progetto fotografico su Milano. Abbiamo fatto cinque domande a Marianna per conoscere meglio lei e la sua mostra.

Marianna, parlaci di Milano, vista da un tram: com’è nato questo progetto?

Ero alla ricerca di un progetto su Milano che raccontasse la città in una chiave diversa, lontana dai classici cliché. Cercavo una chiave più personale: volevo raccontare la città, ma non fermandomi al centro. Cercavo di realizzare un progetto inclusivo, capace di raccontare la città dal centro alla periferia. Così una mattina, mentre stavo andando a lavoro, avevo fatto uno scatto sul tram con il cellulare: l’idea mi era piaciuta. Così il sabato successivo ero andata a prendere il 2 in piazzale Negrelli e avevo iniziato a scattare fino all’altro capolinea. Gli scatti fatti mi avevano entusiasmato non tanto per i risultati ottenuti, ma perché avevo trovato la chiave: è così nato Milano, vista da un tram. In realtà uno degli scatti in mostra è stato fatto in quella data.

Pensi che il tuo progetto sarebbe stato lo stesso se non fosse nato a Milano ma in un’altra città?

Sicuramente sarebbe stato diverso. I tram sono un simbolo di Milano, non sono solo un mezzo di trasporto. Il legame che Milano ha con i tram è unico. Raccontare Milano attraverso i tram è come raccontare Napoli attraverso i vicoli: li racconti dall’interno, dalle loro viscere.  Nelle altre città, non penso che i tram abbiano lo stesso rapporto con la città, per cui il risultato sarebbe sicuramente diverso.

Adesso mettiamo in moto la fantasia: se fossi un posto, un luogo o un monumento della nostra città, quale saresti e perché?

Se fossi un luogo, sarei il Mag, un locale sui Navigli, che è un posto con anima e tante storie da scoprire. Se fossi un luogo, sarei la stazione di periferia San Cristoforo: si tratta di una stazione di periferia, utilizzata dai pendolari, con un piccolo bar, che ti sembra riportare nel passato. Perché ho scelto questi due posti? Perché sono due teatri, dove si incrociano tante storie, da scoprire.

milano vista da un tram

Sei stata premiata ai Milano Storytelling Awards come uno dei personaggi che meglio racconta Milano: secondo te quali altre realtà di Milano, escludendo quelle già nominate quest’anno, contribuiscono a raccontare la città?

Sono molto contenta per i premi ricevuti, perché significa che la mia Milano è arrivata alle persone e forse non è solo più mia.
Tra le realtà che secondo me contribuiscono a raccontare Milano ci sono Milano Cultura & Arte, che pubblicizza i diversi eventi culturali a Milano e Myblacksunglasses, dove la curiosità di Raffaella e la sua macchina fotografica ti fanno scoprire angoli e realtà sconosciute di Milano. E una persona, che contribuisce a raccontare Milano e che ho conosciuto durante la seconda tappa di Milano, vista da un tram: Grazia Guarnieri, una guida turistica che guarda a Milano con gli occhi di un bambino che guarda la cioccolata.

Come ultima domanda vorremmo che ci parlassi del futuro e delle tue aspettative: come vedi Milano, vista da un tram tra cinque anni?

Questi due anni mi hanno insegnato che, se in un progetto ci credi, ce la fai. Se qualcuno due anni fa mi avesse detto che avrei raggiunto tutto questo, gli avrei dato del pazzo. Però ho consapevolezza di dover fare sempre meglio e soprattutto di non dovermi sentire “arrivata”. Ho tanti progetti, ai quali mi sto dedicando.  Ho iniziato un progetto sulle donne. Come mi vedo tra 5 anni? Con la stessa curiosità e voglia di fare. Come vedo Milano, vista da un tram? Come una realtà maggiormente radicata nel territorio, che è riuscita a fare rete ed è diventata un punto di riferimento per chi vuole conoscere Milano.

milano vista da un tram

Milano, vista da un tram è un progetto che è nato quasi per caso, ma che è stato portato avanti con passione, impegno e professionalità, trasformandosi in una mostra che, attraverso la lente di una macchina fotografica, riesce ad illustrarci tutta la bellezza quotidiana dell’umanità milanese. manoxmano ha seguito questo progetto fin dagli inizi con interesse perché, dopotutto, anche noi con i tram milanesi abbiamo un legame speciale e siamo contentissime del successo che ha avuto.

Auguriamo a Marianna tutto il meglio per i suoi prossimi passi futuri e la ringraziamo per il tempo che ci ha dedicato.

Seguite Milano, vista da un tram su facebook, Instagram e ovviamente andate a vedere la mostra dal vivo: leggete dove potete trovarla nel nostro articolo!

Valentina Ottoboni
Milano, 20 novembre 2017
ULTIMI ARTICOLI DI MANOXMANO:
ISCRIVITI!

Vuoi stare al passo con tutte le news e le curiosità su Milano? Iscriviti alla newsletter per non perderne neanche una!

ALTRI ARTICOLI tutti_articoli
Leggi tutti gli articoli del blog di manoxmano!

EVENTI A MILANO tutti_eventi
Scopri tutti gli eventi a Milano selezionati da manoxmano!

APP MANOXMANO app_mxm
Vuoi vivere Milano come non l’hai mai vissuta? Scarica le app di manoxmano!

TUTTI I PERCORSI tutti_percorsi
Scopri tutti i percorsi a Milano suggeriti da manoxmano!

 

 

Lascia un commento