L’Automobilismo
L'automobilismo
Ecco uno sport un po’ estremo e anche un po’ pericoloso, ma da sempre affascinante e adrenalinico, l’automobilismo, la Formula1! Per raccontarvi di questo sport però sarebbe bene, anzi doveroso, recarsi direttamente sul posto, all’Autodromo Nazionale di Monza.
 
E’ un vero peccato che la metropolitana non arrivi a Monza, ma vi sconsigliamo comunque di andare in macchina. (Scegliete la stazione che vi è più comoda tra Garibaldi e Centrale e con soli 3 euro e massimo in un quarto d’ora sarete alla stazione di Monza. Dalla stazione poi prendete l’autobus z221 e in mezz’oretta sarete arrivati… e che comodità!) L’Autodromo è sempre aperto e si può entrare anche quando è vuoto e silenzioso!
 
 
Sarete all’interno del meraviglioso Parco di Monza, il parco di Villa Reale, in uno degli autodromi più famosi al mondo, insieme al circuito di Indianapolis, negli Stati Uniti, di Spa-Francorchamps, in Belgio e di Le Mans in Francia. Qui a Monza, ogni anno, da quando fu costruito l’autodromo, si può venire a vedere il Gran Premio d’Italia di Formula 1!
 
Pensate che lo costruirono in soli 110 giorni in una lunga e calda estate di quasi 100 anni or sono! Per far veloce ci lavorarono 3500 operai, 200 carri, 30 autocarri ed una ferrovia di 5 chilometri con 2 locomotori e 80 vagoni! Non era ancora finito che a bordo di una Fiat 570, l’ingegnere Pietro Bordino e il pilota Felice Nazzaro fecero il primo giro per inaugurare la famosa sopraelevata, un circuito fatto ad anello ad alta velocità che provocò però in seguito parecchi incidenti mortali!
 
 
Il più grave lo causò Emilio Materassi, dimenticato campione dell’epoca che, dopo aver perso completamente il controllo della sua vettura, precipitò con la sua auto in mezzo al pubblico uccidendo 30 persone e mandandone altre 40 in ospedale! Ma lasciamo stare gli incidenti che, ahimè, nell’ambito della Formula 1 di certo non si risparmiano.
 
E parliamo piuttosto di una storia legata a due grandi campioni: l’ austriaco Niki Lauda pilota della Ferrari e l’inglese James Hunt pilota della McLaren.
Due campioni sempre in guerra, due eterni rivali: l’inglese, è soprannominato, pensate un po’, Hunt the Shunt (Hunt lo Schianto) sia per il suo fascino, sia per la sfrontatezza nella guida sia per lo stile di vita un po’ poco da sportivo… E’ un po’ un ragazzaccio e, nonostante sia molto bravo, tutti ne parlano male.
 
L’austriaco, Lauda, è invece l’esatto opposto, un tipo silenzioso, molto serio, poco di compagnia che passa tutto il giorno a pensare alla sua auto e a come poterla migliorare per vincere di più! Niki Lauda infatti è sempre in testa alla classifica, mentre Hunt the Shunt nonostante le sue prodezze, non riesce mai a raggiungerlo.
 
 
Ma ecco la potenza della competizione: è il 1° agosto del 1976 (i vostri genitori saranno stati piccolissimi!). Si corre il Gran Premio di Germania e Lauda ha parecchi punti in più del suo rivale.
 
Lauda si accartoccia con la sua Ferrari, la sua auto inizia a bruciare e viene salvato per miracolo dalle fiamme di cui ancora oggi porta le cicatrici. Addio Gran Premio! Ma Lauda, contro il parere di tutti e anche dei medici, dopo solo 42 giorni dall’incidente vuole tornare in gara!
 
 
Non sopporta che Hunt possa vincere e si presenta proprio qui a Monza. Ma ecco che accade un miracolo… Lauda ancora in pessima forma, conquista il 4°posto! Ora si deve proprio ritirare e guarire completamente prima di tornare in pista.
 
All’ultima gara, Lauda, che ha ancora 3 punti di vantaggio, si presenta in Giappone dove però un diluvio torrenziale lo spaventa e si ritira. Hunt, anche senza Lauda in gara, arriverà solo al terzo posto che però gli basterà per portare a casa il suo unico titolo mondiale.
 
 
Ora direi che ne sapete abbastanza e, se avete voglia di approfittare della scampagnata fuori porta, andate a farvi una bella passeggiata all’interno del parco di Villa Reale…è meraviglioso e certamente meno pericoloso che correre in pista a 300km all’ora!
 
 
Consulta il percorso “Disport in Sport” o scegli ora il tuo sport preferito e scopri dove ti porta manoxmano!!!
 
IL CALCIO
L’ IPPICA
IL GOLF
IL CICLISMO
LA CORSA
 
LETTURE SUGGERITE
 
Il pilota di Formula 1 – Liesbet Slegers (dai 3 anni)
Un libro informativo che aiuta i bambini a conoscere il mestiere del pilota di Formula.
 
 
GIROGIROTONDO percorsi_girogirotondo
Scopri gli altri percorsi
della categoria “Girogirotondo”!

NEWSLETTER
 
Vuoi stare al passo con tutte le news e le curiosità sulla città di Milano?
Iscriviti alla newsletter per non perderne neanche una!


TUTTI I PERCORSI tutti_percorsi
Scopri tutti i percorsi a Milano suggeriti da manoxmano!