25 aprile: festeggiamo la Liberazione e la Libertà!
Liberazione1
25 aprile liberazione

Oggi è il 25 aprile, un Martedì di festa, senza impegni lavorativi. Un motivo per festeggiare una storica data molto cara a noi Italiani: la Liberazione dal regime fascista, la fine della guerra, la vittoria della resistenza partigiana, l’inizio della risurrezione.

È un giorno fondamentale per la storia d’Italia ed assume un particolare significato, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall’8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.

Una giornata che è venuta e viene forse troppe volte politicizzata quando comunque dovrebbe sempre rappresentare un motivo di festa generale da condividere senza parti né fazioni, senza pregiudizi né preclusioni. Liberazione vuol dire liberarsi, significa ottenere la libertà e la libertà è uno dei valori, se non il valore, più importante che esista. Oggi l’Italia, 72 anni fa, otteneva, al grido “Arrendersi o perire”, la Libertà!

25 aprile liberazione

Difficile per i nostri nonni o genitori e ancor di più per noi, oggi, spiegare ai nostri figli, che cosa possa significare vivere “non liberi”. Per quanto la tv e il web oggi possano portarci mille esempi di popoli “senza libertà” costretti a sottostare a leggi e a norme che non gli appartengono, resta molto ardua la comprensione profonda e l’empatia nei confronti di ciò che non si è mai provato.

Eppure bisognerebbe che fosse davvero chiaro a tutti che , ahimè, la libertà non è mai da considerarsi scontata, MAI…anche in paesi, come il nostro, dove apparentemente pare che tutto sia possibile, forse troppo. L’indisciplina e il menefreghismo non dovrebbero mai infatti essere confusi con la libertà.

Non bisogna difendersi o combattere ora, non esiste una dominazione o una dittatura, ma la libertà va, a maggior ragione, preservata e coltivata. Socrate, che mai lasciò alcunché di scritto, diceva che “Sapere rende liberi”.

“Indubbiamente, – si legge in un articolo di S.Santoru –  si tratta di una di quelle frasi che non perderanno mai attualità, in quanto portatrici di Verità eterne. Difatti, il Sapere risulta sopratutto al giorno d’oggi, l’arma più forte che un individuo possa avere, ed è anche per questo che l’accesso al Sapere è sempre di più ostacolato.”

La conoscenza permette di confrontare, scegliere e quindi essere liberi di poterlo fare. Solo coltivando le buone abitudini al “sapere” si creeranno uomini “virtuosi” che, prima di tutto, sappiano consapevolizzare cosa desiderano e che cos’è il “bene” per loro,  per poi contribuire al bene collettivo.

25 aprile liberazione
A questo proposito, ricordo alcune parole dell’ex assessora Chiara Bisconti:

“In 5 anni ho toccato con mano la complessità di amministrare una grande città.
È la cosa che più mi ha colpito è che, in questa complessità, il singolo cittadino ha un’enorme possibilità di incidere. Se ognuno smettesse di buttare i mozziconi in terra, se ognuno mettesse dei fiori sul suo balcone, se ognuno si chiedesse davvero se il possesso di una macchina è ancora necessario, se ognuno capisse che andare a piedi è un gesto che non fa bene solo alla salute individuale.

Se ognuno lo sapesse e lo facesse, sarebbe tutto più semplice.”

Ecco questo è  il punto: “ se l’avessi saputo, lo avrei fatto” . A volte la gente non sa e spesso, anche noi genitori, evitiamo di spiegare, di raccontare, di chiarire ed illustrare alcuni argomenti sia per pigrizia sia perché riteniamo che certi temi siano troppo gravosi o complessi per i nostri figli e, senza volerlo, li lasciamo vivere in una sorta di placida e apparente innocua ignoranza.

Attenzione però che, nel preservare la loro spensieratezza, non si osteggi e si limiti la loro conoscenza!

25 aprile liberazione

Non smettiamo di stimolare i nostri figli ad essere curiosi, anche se la curiosità dovesse spingerli a conoscere quello che consente di smarrire le proprie certezze, per cercare di guardare le cose in maniera differente, cercando, perché no, di realizzare l’impossibile.

Per capire questo bisogna sapere, bisogna conoscere, bisogna capire e bisogna essere curiosi di conoscere altro, di saperne di più, per il piacere di fare nuove esperienze.

Festeggiamo il 25 aprile, ma festeggiamo insieme la nostra libertà nell’accezione più ampia del termine, la libertà di scegliere come vivere, come comportarsi, cos’è meglio per noi stessi e per tutti.

Questa è tutta la nostra libertà, festeggiamola e usiamola.

Buon 25 aprile a tutti!

25 aprile liberazione

Paola Caneva
Milano, 25 aprile 2017

 

Ultimi articoli di manoxmano:
Tutto il “VERDE” di Milano fotografato da manoxmano
manoxmano consiglia un Fuorisalone 2016 per condividere emozioni
Una passeggiata per godere della Milano Design Week
La Triennale di Milano per un architetto classe 1970
Mercatini delle pulci a Milano tra vintage e antiquariato

ISCRIVITI!

Vuoi stare al passo con tutte le news e le curiosità su Milano? Iscriviti alla newsletter per non perderne neanche una!

ALTRI ARTICOLI tutti_articoli
Leggi tutti gli articoli del blog di manoxmano!

EVENTI A MILANO tutti_eventi
Scopri tutti gli eventi a Milano selezionati da manoxmano!

APP MANOXMANO app_mxm
Vuoi vivere Milano come non l’hai mai vissuta? Scarica le app di manoxmano!

TUTTI I PERCORSI tutti_percorsi
Scopri tutti i percorsi a Milano suggeriti da manoxmano!

Lascia un commento