Il Salotto di Milano compie 150 anni: auguri, Galleria!
galleria vittorio emanuele 150

galleria vittorio emanuele 150

Dopo un secolo e mezzo di storia, la città festeggia la Galleria Vittorio Emanuele II, il cosiddetto “Salotto di Milano”. Segnatevi questa data: il 15 settembre!

“Così piccoli come in Galleria non ho mai visto gli uomini”, scriveva nel 1911 Kafka nei suoi Appunti su Milano. E non fu l’unico ad essere impressionato da una delle attrazioni più iconiche della nostra città: sia in Italia che all’estero, la Galleria Vittorio Emanuele II destò grande stupore e continua a farlo tutt’oggi, dopo un secolo e mezzo. Certo, non fu amore a prima vista: per costruirla venne demolita una parte della “vecchia Milano”, ma in poco tempo si fece amare da tutti i milanesi!

Alessandro Duroni, Veduta del Duomo prima della costruzione della Galleria e del rifacimento della Piazza, 1859-1861

La storia della Galleria iniziò il 7 marzo 1865, quando il Re Vittorio Emanuele II posò ufficialmente la prima pietra. Ci vollero solo due anni di attesa per l’inaugurazione ufficiale, il 15 settembre 1867, e quest’anno il Comune, Milano e i milanesi sono ben decisi a celebrare il loro salotto!

Iniziano i lavori di costruzione della Galleria, 1865

Come? È presto detto: la celebrazione vera e propria sarà anticipata di qualche giorno da una cena di beneficenza, mercoledì 13 settembre, allestita proprio lungo i quattro bracci della Galleria. Si tratterà di un evento non solo esclusivo, ma anche solidale: grazie ai proventi della cena, infatti, si potranno aiutare economicamente le persone in difficoltà.

Deroche e Heyland, Impalcatura mobile per la costruzione della cupola, 1867

La vera festa, però, sarà venerdì 15 settembre, a 150 anni esatti dall’inaugurazione. Alle 10.30 un corteo partirà da Piazzetta Reale e marcerà fino in Galleria, attraversando Piazza Duomo e concludendo il suo percorso davanti a Palazzo Marino. Il corteo sarà formato da bande musicali che suoneranno i migliori brani della tradizione milanese.

La Galleria, 1880-1885

La celebrazione sarà inoltre accompagnata da una speciale moneta d’argento dedicata alla Galleria, emessa dalla Zecca dello Stato.

Allora il 15 settembre vi aspettiamo a festeggiare tutti insieme in Piazza Duomo! Mi raccomando, unitevi al coro e tirate fuori lo spirito milanese che è in voi: questo venerdì, infatti, è anche la Giornata del Dialetto Milanese!

Deroche e Heyland, Costruzione della tettoia in ferro, 1866

Nell’attesa, vi mettiamo alla prova con curiosità e aneddoti sulla Galleria: quante di queste cose già sapevate? ?

? Il progetto di Giuseppe Mengoni venne scelto non perché migliore dagli altri dal punto di vista estetico-funzionale, ma semplicemente perché era il più economico. Chissà com’erano gli altri progetti in concorso!

?  Per finanziare la costruzione della Galleria, venne indetta una lotteria pubblica: questo comunque non bastò a pagare tutte le spese e si ricorse a finanziamenti esteri;

I biglietti della lotteria

? Contrariamente a quanto si racconta, Mengoni non morì il giorno prima dell’inaugurazione, ma pochi mesi prima. Il suo tragico incidente avvenne il 30 dicembre 1877, ma l’arco e i portici (aggiunti dopo la prima inaugurazione) vennero ufficializzati il 24 febbraio 1878;

? Il toro portafortuna rappresenta la città di Torino e, prima dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, aveva dei genitali molto evidenti. Questi vennero poi tralasciati con il restauro del 1967, ma la tradizione di poggiarci il piede e di fare tre giri su se stessi è comunque rimasta;

? La Galleria venne fin quasi da subito soprannominata “Il Salotto di Milano” perché, grazie alle sue attività commerciali, invitò i milanesi a divertirsi fuori dalle mura domestiche. Ebbe però altri soprannomi: “ampio bazar”, “atrio di palazzo fantastico”, “festino di Baldassarre”… Giuseppe Ungaretti, invece, la definì un “occhio di stelle”;

? Un tempo la Galleria era anche decorata con 24 statue di importanti personaggi milanesi e italiani, da Michelangelo a Donatello, da Dante a Foscolo, da Galileo ad Alessandro Volta. Sul finire dell’Ottocento, però, vennero rimosse: essendo in gesso, si usurarono abbastanza velocemente;

Le statue della Galleria, 1867-1868

[Le foto d’epoca della Galleria provengono dall’Archivio Fotografico di Milano]

 

Vanessa Maran
Milano, 11 Settembre 2017
ULTIMI ARTICOLI DI MANOXMANO:
ISCRIVITI!

Vuoi stare al passo con tutte le news e le curiosità su Milano? Iscriviti alla newsletter per non perderne neanche una!

ALTRI ARTICOLI tutti_articoli
Leggi tutti gli articoli del blog di manoxmano!

EVENTI A MILANO tutti_eventi
Scopri tutti gli eventi a Milano selezionati da manoxmano!

APP MANOXMANO app_mxm
Vuoi vivere Milano come non l’hai mai vissuta? Scarica le app di manoxmano!

TUTTI I PERCORSI tutti_percorsi
Scopri tutti i percorsi a Milano suggeriti da manoxmano!

Lascia un commento